QUANDO E' INDICATA LA NATUROPATIA

La naturopatia è una disciplina dolce ed è indicata in ogni situazione. Essendo una metodica non invasiva è anche compatibile con eventuali cure mediche o specialistiche in corso.
Qualunque persona che desideri stare bene secondo gli orientamenti della naturopatia (Nature’s PathSentiero della Natura) può farlo senza problemi.
Il naturopata, grazie ai suoi consigli, è l’operatore più adatto affinchè ognuno possa scegliere di diventare responsabile del proprio benessere, in quanto l’area più efficace per quanto concerne i risultati da ottenere è quella della gestione del proprio potenziale e della prevenzione in senso lato. 

PROBLEMI AFFRONTATI DALLA NATUROPATIA
La naturopatia è utile in svariate situazioni in quanto essendo una disciplina olistica e globale è orientata su attività di riequilibrio di terreno e non per curare specifiche patologie. La sua azione è tuttavia molto profonda agendo come stimolo per l’organismo della persona e della sua Vis Medicatrix – forza vitale.
Con la naturopatia è possibile ottenere molti benefici, in quanto il suo obiettivo resta sempre quello di un riequilibrio energetico complessivo.

 

COME LAVORO IN QUALITA' DI NATUROPATA

 

Con la naturopatia osservo il “terreno” globale, la reattività e la forza vitale (energia) del soggetto, attraverso metodiche non invasive quali:

 

-          COLLOQUIO - finalizzato ad ascoltare e comprendere le cause dei disequilibri energetici della persona

-          IRIDOLOGIA – finalizzata alla ricerca delle cause di tali disagi, dei punti di forza o punti deboli della persona, della sua costituzione di base e delle tendenze a cui va incontro il soggetto, così da informare il cliente circa la possibilità di informare il proprio medico per un lavoro maggiormente efficace.  

-          TEST KINESIOLOGICI – per identificare delle dissonanze o disequilibri di natura energetica

-          FISIOGNOMICA E MORFOPSICOLOGIA – tese ad individuare, attraverso dei segni nel viso, le caratteristiche fisiche, attitudinali ed emozionali del soggetto, non patologiche ma di base. Non sono da intendersi quali test psicodiagnostici 

 

Tali indagini non invasive e non nosologiche, sono orientate ad individuare le cause dei disequilibri energetici, affinchè il naturopata possa predisporre un piano di ben-essere che si estrinseca nei seguenti punti:

 

      - Consigli finalizzati ad evitare errate abitudini di vita

      - Consigli per una maggiore gestione delle risorse personali, dello stress, di una maggiore consapevolezza del concetto di benessere personale, per una presa d'atto di una maggiore responsabilità del proprio equilibrio mente-corpo, attraverso un'operazione informativa e pedagogica del concetto di star bene

      -  Riequilibrio energetico-funzionale finalizzato al potenziamento del vitalismo e dell’energia   personale, per un maggiore benessere psicofisico

    -   Spiegazione circa l'uso corretto di integratori di libera vendita, probiotici,   oligoelementi, complessi vitaminici e minerali, (secondo il DGLs 169/2004 - DIRETTIVA UE 2002/46/CE) prodotti finalizzati al mantenimento, ottimizzazione e sostegno delle funzioni fisiologiche normali.

 

La naturopatia è indicata soprattutto in tutte quelle condizioni che si accompagnano nei comuni disagi e che non sono classificate come patologie. In particolare nei cosidetti C.E.S.E.  (Cumulative Effects of Subclinical Everything), ovverossia tutte quelle condizioni che non sono evidenziabili clinicamente e che sono spesso considerate banali e attribuite sbrigativamente dalla medicina con l'appellativo di “stress”.

 

AVVERTENZE IMPORTANTI

Se per caso stai già seguendo una terapia medica, devi assolutamente proseguirla ed è necessario informarmi su tutte le medicine che stai già assumendo, in modo che possa tenerne conto nella formulazione del Programma Benessere più adatto a te.

 

Ti consiglio di portare, solo per prenderne visione, eventuale documentazione medica in tuo possesso e di consultare il tuo medico curante, subito dopo la consulenza naturopatica, per poter eventualmente trovare una collaborazione, assenzo o sinergia tra i miei consigli e la terapia medica indicata.

 

N.B. In nessun caso il naturopata svolge attività di anamnesi, diagnosi o prognosi, che sono riservate alle professioni sanitarie, né si contrappone all’intervento medico, con il quale invece collabora in modo complementare e a sostegno del suo intervento. Le attività dal naturopata svolte non hanno carattere sanitario.